ADB: il ruolo delle catene di approvvigionamento globali per un futuro verde, inclusivo e resiliente

Prima della pandemia di Covid-19, pochi consumatori pensavano al sistema globale di produzione e consegna che portava loro i prodotti sugli scaffali dei negozi, alle pompe di benzina o nelle scorte di ospedali e farmacie. Il più delle volte, dal punto di vista del consumatore, funzionavano e basta. Tuttavia, le carenze di prodotti medici fondamentali all’inizio della pandemia, seguite da problemi con le catene di approvvigionamento che da allora persistono per tutta una serie di articoli, hanno reso tutti più consapevoli dell’importanza di queste reti globali. Molti problemi che le persone devono affrontare nella loro vita quotidiana sono spiegati da “problemi di catena di approvvigionamento”.

I responsabili delle varie industrie che si affidano o operano all’interno di catene di approvvigionamento globali erano già consapevoli della fragilità del sistema commerciale globale prima della pandemia. Gli sforzi per compensare queste carenze erano già in corso prima che venisse riconosciuto il primo caso di Covid-19. I riflettori puntati dalla pandemia sulle catene di approvvigionamento hanno reso ancora più urgenti questi sforzi. Inoltre, ha evidenziato l’opportunità di utilizzare il commercio e le catene di approvvigionamento per migliorare una serie di sfide di vitale importanza.

La pandemia è come una linea del tempo, con un chiaro “prima” e “dopo” i cambiamenti che ha portato, cambiamenti che continuano oggi. Ora che, si spera, stiamo emergendo dall’altra parte di quella linea del tempo, la pandemia può essere un indicatore del momento in cui abbiamo iniziato a prendere sul serio l’elenco delle sfide che dobbiamo affrontare. Molti classificano il cambiamento climatico in cima a questa lista. Uno studio del 2016 di McKinsey ha stimato che più dell’80% delle emissioni di gas serra e più del 90% dell’impatto delle operazioni delle aziende di beni di consumo su aria, terra, acqua, biodiversità e risorse geologiche provengono dalle loro catene di approvvigionamento.

È chiaro che le catene di approvvigionamento devono essere al centro di qualsiasi seria riduzione del cambiamento climatico, ma anche altre questioni di importanza globale devono essere affrontate attraverso le catene di fornitura. Catene di approvvigionamento meglio gestite e più trasparenti contribuiranno anche a garantire che le pratiche di lavoro sleali siano eliminate dal sistema commerciale globale, ad esempio.

Aumentare la trasparenza delle catene di approvvigionamento è fondamentale per migliorarle. Dobbiamo sapere di più su chi è coinvolto e cosa succede in tutti i punti del processo. Migliorare il commercio e le catene di approvvigionamento era l’obiettivo del Programma di finanziamento del commercio e delle catene di approvvigionamento della Banca asiatica di sviluppo prima dell’arrivo della pandemia. Il programma è profondamente coinvolto nella digitalizzazione, nel rendere le catene commerciali e di approvvigionamento più ecologiche e socialmente responsabili, e nell’utilizzarle come strumento per un’ampia gamma di questioni. Ma come per molti, la pandemia ha innescato un ripensamento delle priorità del programma.

Leggi il documento originale su: Global Supply Chains Need Upgrading for a Green, Inclusive, Resilient and Socially Responsible Future