Argentina e Brasile: agricoltura minacciata dalle locuste

L’Argentina e il Brasile stanno monitorando il movimento di uno sciame di locuste di 15 chilometri quadrati nel nord-est dell’Argentina. Le autorità competenti hanno però affermato che finora lo sciame non ha causato danni significativi all’agricoltura dei paesi sudamericani.

L’ente argentino per la sicurezza alimentare SENASA ha dichiarato che lo sciame, che inizialmente è entrato in Argentina dal Paraguay a fine maggio, conteneva 40 milioni di insetti e adesso si trova vicino ai confini con Brasile, Uruguay e Paraguay.

La preoccupazione nasce dal momento in cui Argentina e Brasile sono tra i maggiori esportatori mondiali di soia e mais. Pare tuttavia che l’arrivo del freddo dal sud ostacolerà gli insetti.

Anche il Ministero dell’Agricoltura del Brasile sta monitorando lo sciame e ha chiesto agli agricoltori del sud del paese di essere in allerta. Anche se non è molto probabile che lo sciame si sposti sul territorio brasiliano, il Ministro Tereza Crsitina Diaz ha dichiarando “emergenza fitosanitaria”.

Per approfondimento https://en.mercopress.com/2020/06/26/huge-15-sq-km-locust-swarm-threatens-mercosur-agriculture