Arriva il badge “Cool Food Meals” per identificare i piatti con una minore impronta di carbonio

Il World Resources Institute (WRI) ha annunciato che il suo badge “Cool Food Meals” sarà introdotto prossimamente nei menu delle grandi aziende alimentari Aramark e Nestlé Professional e della catena di ristoranti svedesi MAX Burgers. Il badge “Cool Food Meals” identifica i piatti con una minore impronta di carbonio, in linea con ciò che la ricerca WRI ritiene necessario entro il 2030 per soddisfare l’accordo di Parigi sul cambiamento climatico.

“Poiché l’agricoltura guida un quarto di tutte le emissioni annuali di gas serra, sarà impossibile raggiungere gli obiettivi climatici senza ridurre le emissioni legate al cibo”, ha detto Edwina Hughes, responsabile di Cool Food al WRI. “L’etichetta Cool Food Meals aiuta i commensali a individuare facilmente i piatti rispettosi del clima quando cenano fuori. È un modo semplice con cui le aziende alimentari possono indirizzare i clienti verso scelte alimentari che sono migliori per il pianeta”.

Con gli alimenti di origine animale che rappresentano i due terzi delle emissioni di gas serra legate all’agricoltura, la scelta di alimenti come i legumi e le verdure, la cui produzione richiede meno risorse, è una facile azione che i consumatori possono intraprendere per ridurre la loro impronta di carbonio personale. La società globale di servizi alimentari Aramark ha aumentato le sue opzioni di menu vegetariani e salutari per il clima attraverso la sua iniziativa Healthy for Life®. Attualmente, il 34% dei piatti principali che l’azienda serve nei menu dei luoghi di lavoro, nei caffè degli ospedali e nelle sale da pranzo delle università negli Stati Uniti sono vegetariani o vegani.

Per identificare quali pasti si qualificano come Cool Food Meals, WRI usa la lista degli ingredienti di un piatto per calcolare la sua impronta di carbonio analizzando le emissioni delle catene di approvvigionamento agricolo e la terra utilizzata per produrre il pasto. Se l’impronta di carbonio di un piatto scende al di sotto di una soglia stabilita per pasto e soddisfa una salvaguardia nutrizionale, viene approvato come Cool Food Meal. La soglia per pasto è basata su un’impronta di carbonio massima giornaliera raccomandata per la dieta di una persona, che è il 38% più piccola della media attuale. Per la colazione negli Stati Uniti, questo è 3,59 kg CO2e/porzione e per il pranzo o la cena è 5,38 kg CO2e/porzione. Questo è in linea con quello che la ricerca del WRI ha trovato necessario entro il 2030 per aiutare a soddisfare l’accordo di Parigi sul cambiamento climatico.

Leggi il documento originale su: “Cool Food Meals” Badge Coming to Aramark, MAX Burgers and Nestlé Professional Menus, Helping Consumers Choose Climate-Friendly Foods