Belgio: accordo BEI e SWDE da 250 mln nell’ambito degli obiettivi climatici europei

Il vicepresidente della Banca europea per gli investimenti (BEI) Kris Peeters e il presidente del Comitato direttivo della Société wallonne des eaux (SWDE) Eric Van Sevenant hanno recentemente firmato un prestito di 250 mln di euro a Verviers-Stembert, in Belgio. Si tratta della quarta operazione dal 2006 tra la banca europea e l’operatore vallone, che è il principale produttore e distributore di acqua della regione.

Questo nuovo prestito UE da 250 milioni di euro sarà destinato a progetti di ammodernamento nell’ambito del programma di investimenti 2022-2026 di SWDE. Gli accordi firmati fanno parte di una strategia di sviluppo sostenibile perseguita da entrambi i partner nell’ambito degli obiettivi climatici europei e regionali. SWDE si è inoltre impegnata a ottimizzare la qualità e i costi dell’acqua e a fornire strutture e gestione all’avanguardia.

Da oltre un decennio, SWDE applica una strategia di investimenti proattiva per migliorare le infrastrutture di produzione e distribuzione dell’acqua, almeno 100 milioni di euro all’anno, garantendo al contempo un approvvigionamento idrico a prezzi accessibili per il maggior numero possibile di persone.

Da quando, nel novembre 2016, è stato concesso un precedente prestito BEI di 200 milioni di euro, gli investimenti di SWDE hanno raggiunto una media di 120 milioni di euro all’anno e i prezzi sono rimasti invariati, congelati dal dicembre 2014). Il personale e i partner di SWDE assicurano che l’azienda mantenga le sue promesse e metta in pratica la sua ambizione di servizio pubblico all’insegna del motto “Acqua per tutti, oggi e domani”.

Alcuni dei progetti di investimento attuati da SWDE fanno parte di un programma di sviluppo delle risorse idriche regionali che è un elemento chiave della strategia globale per la siccità del governo vallone. Si tratta di 400 milioni di euro investiti in 400 km di grandi condotte di trasporto, 12 stazioni di pompaggio, nove serbatoi, due impianti di trattamento e tre torri idriche. Sono sostenuti finanziariamente dal governo in considerazione della loro importanza regionale. La loro natura strutturale per il settore idrico fa sì che gli investimenti di SWDE abbiano un impatto sulla resilienza dell’approvvigionamento idrico ai cambiamenti climatici in tutta la Vallonia, grazie a una maggiore cooperazione con gli altri operatori.

Leggi il documento originale su: Belgium: EIB and Société wallonne des eaux sign €250 million loan for climate resilience investment