Calabria: i Biodistretti AIAB come patto per lo sviluppo sostenibile del territorio

Il Biodistretto Grecanico, promosso da AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica), e il Biodistretto dell’Alto Tirreno Cosentino – Baticòs, sono due distretti del cibo per i quali è stata presentata la Manifestazione di interesse alla regione Calabria per un loro riconoscimento ufficiale.

L’obiettivo è quello di fornire uno status ufficiale ai 2 Biodistretti, quali modelli di sviluppo territoriale ideati da AIAB in cui i diversi attori del territorio (agricoltori, privati cittadini, associazioni, operatori turistici e pubbliche amministrazioni) stringono un accordo per la gestione sostenibile delle risorse, puntando su produzioni biologiche che coinvolgono tutti gli anelli delle filiere fino al consumo.
Si tratta di un modello di sviluppo che parte dal basso, di un patto per lo sviluppo green del territorio, sottoscritto dai produttori biologici, dalle amministrazioni locali e dai diversi ambiti della società civile coinvolta.

In un sistema produttivo locale come quello calabrese, ricco di piccole e medie aziende, ma anche di numerose difficoltà sia strutturali che economiche, il riconoscimento dei Biodistretti è il primo passo per garantire una crescita sostenibile della società e dell’economia locali.

Leggi il documento originale su: I Biodistretti AIAB: un patto per lo sviluppo sostenibile della Calabria