Covid-19: il WFP distribuisce 250 tonnellate di carichi medici in 14 paesi

Mentre la pandemia di Covid-19 si dispiegava in tutto il mondo all’inizio del 2020, la logistica internazionale e le catene di approvvigionamento ne hanno subito le conseguenze.

Nella regione del Pacifico, le misure di risposta alla pandemia hanno provocato la chiusura delle frontiere internazionali e la cancellazione di quasi tutti i voli commerciali, rendendo impossibile per i governi del Pacifico e le organizzazioni umanitarie spostare le forniture mediche critiche come i dispositivi di protezione individuale, che erano vitali per gli sforzi di preparazione e risposta.

Durante lo scorso anno, il Servizio Aereo Umanitario del Pacifico del World Food Programme (WFP) ha risposto a questo bisogno critico, operando 30 voli nella regione e trasportando 250 tonnellate di carichi medici e di soccorso vitali in 14 paesi e territori delle isole del Pacifico. Ha anche trasportato 73 personale umanitario nei luoghi in cui era necessario.

Il servizio aereo umanitario del Pacifico è stato istituito come misura temporanea per fornire trasporto aereo per il movimento urgente di forniture critiche e personale umanitario, fino a quando le opzioni di aviazione commerciale sono diventate di nuovo disponibili. Il servizio sostiene il lavoro del Team congiunto di gestione degli incidenti nel Pacifico guidato dall’OMS per COVID-19, il Percorso umanitario del Pacifico per COVID-19 e gli sforzi di risposta più ampi delle Nazioni Unite e della comunità umanitaria nel Pacifico.

Leggi il documento originale su: Vital air service delivers life-saving assistance during COVID-19 pandemic