Europa: forte aumento nella produzione dell’acquacoltura biologica

La produzione di acquacoltura biologica dell’UE è aumentata del 60% in cinque anni.
Le principali specie prodotte sono le cozze (41.936 tonnellate), seguite da salmone (12.870 tonnellate), trota (4,590 tonnellate), carpa (3.562 tonnellate), ostrica (3.228 tonnellate) e spigola/orata (2.750 tonnellate).

I principali produttori dell’UE di acquacoltura biologica sono l’Irlanda (salmone e cozze), l’Italia (cozze e pesci pinnati), la Francia (ostrica, cozze e trota). La produzione di cozze biologiche, l’esemplare più in crescita, ha rappresentato 41.936 tonnellate nel 2020, con un aumento del 10% rispetto al 2015.

Il principale ostacolo alla crescita del mercato per il segmento dei molluschi biologici è rappresentato dai limitati incentivi al mercato per i produttori: nella maggior parte dei casi ci sono differenze limitate tra convenzionale e biologico in termini di produzione, ma la spesa gestionale è maggiore.

La produzione biologica di pesci pinnati non è aumentata a causa della domanda limitata del mercato e delle difficoltà tecniche di produzione nell’ambito biologico, compresa la scarsa disponibilità di mangimi biologici.

L’evoluzione della regolamentazione biologica dell’UE sulla qualità dell’acqua adatta alla produzione biologica aggiunge una certa incertezza per i produttori. Il regime biologico potrebbe non essere in linea con il metodo adottato dai produttori (ad esempio policoltura estensiva in stagni in alcuni paesi) o requisiti nazionali.

Leggi il documento originale su: EU organic aquaculture production: steep rise for organic shellfish, finfish struggles to keep up