G7, Patricia Espinosa: “L’azione per il clima è impossibile senza fiducia”

Parlando recentemente ai ministri del clima, dell’energia e dell’ambiente del G7, il Segretario esecutivo delle Nazioni Unite per i cambiamenti climatici Patricia Espinosa ha invitato i Paesi del G7 a mantenere un fermo impegno nei confronti del multilateralismo.

“Se le promesse non vengono mantenute, la fiducia viene minata e senza fiducia non è possibile alcuna azione collettiva”, ha dichiarato Espinosa. I ministri dell’ambiente, del clima e dell’energia del G7, provenienti da Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti d’America, si riuniscono a Berlino, in Germania, dal 25 al 27 maggio.

L’incontro si svolge in un contesto di accelerazione degli impatti climatici e di grandi sfide geopolitiche. “Con la traiettoria attuale, le temperature globali aumenteranno di 3,2°C entro la fine di questo secolo”, ha dichiarato.

L’impegno a raggiungere l’obiettivo centrale dell’Accordo di Parigi di contenere l’aumento della temperatura media globale al di sotto di 1,5°C attraverso il Patto per il clima di Glasgow comporta un’azione accelerata e una maggiore ambizione climatica. Gli accordi più importanti al mondo per affrontare collettivamente il cambiamento climatico, la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sul clima, l’Accordo di Parigi e il Patto di Glasgow – sono stati il risultato del multilateralismo.

“Hanno dimostrato la volontà di trovare un terreno comune e di superare il disaccordo”, ha detto Espinosa. “E, soprattutto, la volontà di plasmare insieme un futuro migliore per tutti”. Espinosa ha delineato un elenco concreto di priorità, in particolare per quanto riguarda le questioni relative ai piani climatici nazionali, ai finanziamenti e all’adattamento.

Leggi il documento originale su: Climate Action Impossible Without Trust – Patricia Espinosa