Giornata Mondiale dell’Alimentazione: azione immediata o 189 mln di persone nella morsa della fame

Il mondo affronta un aumento esponenziale della fame alimentato dalla crisi climatica se viene ignorata un’azione globale urgente per aiutare le comunità ad adattarsi agli shock climatici, avverte il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) prima della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, il 16 ottobre.

Un’analisi del WFP mostra che un aumento di 2°C della temperatura media globale rispetto ai livelli preindustriali vedrà un incredibile aumento di 189 milioni di persone nella morsa della fame. Le comunità vulnerabili, la cui stragrande maggioranza dipende dall’agricoltura, dalla pesca e dall’allevamento e che contribuiscono meno alla crisi climatica, continueranno a sopportare il peso maggiore degli impatti con mezzi limitati per attutire il colpo.

Decine di migliaia di vite sono a rischio nel sud del Madagascar, uno dei luoghi potenzialmente molti nel mondo dove le condizioni di carestia sono state determinate dal cambiamento climatico. Siccità consecutive hanno spinto quasi 1,1 milioni di persone in condizioni di fame grave. Quasi 14.000 di loro sono in condizioni di carestia e ci si aspetta che questo numero raddoppi entro la fine dell’anno. Fino al 63% delle persone nel sud del paese sono agricoltori di sussistenza che hanno visto i loro mezzi di sussistenza crollare e la loro unica fonte di cibo prosciugarsi a causa della siccità.

Leggi il documento originale su: Unprecedented hunger to follow in wake of the climate crisis, WFP calls for urgent action on World Food Day