Global Compact: dichiarazione sulla proposta dell’UE di una direttiva sulla due diligence ESG

Si è chiuso il giro di feedback per la proposta di direttiva sulla due diligence di sostenibilità aziendale della Commissione europea, segnando un’importante pietra miliare nello sviluppo della storica legislazione. Il Global Compact delle Nazioni Unite, la più grande iniziativa di sostenibilità al mondo, accoglie con favore l’impegno della Commissione europea a promuovere la tutela dei diritti umani e dell’ambiente attraverso la due diligence. Il Global Compact delle Nazioni Unite attende con interesse i contributi di questo feedback multi-stakeholder e accoglie con favore il rafforzamento della bozza di direttiva attraverso un maggiore allineamento con i principali standard internazionali sulla due diligence di sostenibilità aziendale, tra cui i Principi guida delle Nazioni Unite su imprese e diritti umani (UNGP), la Dichiarazione tripartita dell’OIL sui principi relativi alle imprese multinazionali e alla politica sociale (Dichiarazione MNE) e le Linee guida dell’OCSE per le imprese multinazionali (Linee guida MNE dell’OCSE).

Adottata dalla Commissione europea il 23 febbraio, la proposta di direttiva ha l’obiettivo dichiarato di “garantire che le imprese attive nel mercato interno contribuiscano allo sviluppo sostenibile, attraverso l’identificazione, la prevenzione e la mitigazione, la cessazione e la minimizzazione di potenziali o effettivi impatti negativi sui diritti umani e sull’ambiente connessi alle operazioni delle imprese stesse, alle loro filiali e alle loro catene del valore”. Il documento propone inoltre che le aziende che non riescono a condurre un’efficace due diligence o a implementare misure preventive o di rimedio siano soggette a sanzioni amministrative e a responsabilità civile. Il feedback ricevuto dalla Commissione europea sarà sintetizzato e presentato al Parlamento europeo e al Consiglio e alimenterà il dibattito legislativo.

In un contesto di pandemia globale in corso, di aumento delle disuguaglianze e di emergenza climatica, il contributo delle imprese alla ripresa responsabile, allo sviluppo sostenibile e a una giusta transizione deve andare di pari passo con la garanzia di rispetto, dignità e uguaglianza per tutte le persone. La bozza di direttiva sulla due diligence della Commissione europea è un passo positivo nel portare avanti il “mix intelligente di misure” – volontarie, obbligatorie, nazionali e internazionali stabilite dagli UNGP, e nel promuovere il rispetto dei diritti umani da parte delle imprese in conformità con i nostri Dieci Principi.

Il Global Compact delle Nazioni Unite ha precedentemente annunciato il suo pieno sostegno a tutti gli sforzi per sviluppare una legislazione sulla due diligence ambientale e dei diritti umani obbligatoria nel novembre 2020. La sua ricerca interna ha dimostrato che, mentre oltre il 90% dei partecipanti al Global Compact ha adottato politiche sui diritti umani, solo il 18% di essi effettua valutazioni dell’impatto sui diritti umani. Le imprese si rivolgono al Global Compact delle Nazioni Unite e alle nostre Reti locali per avere una guida e, in risposta, ci impegniamo ad aiutare le aziende a prepararsi e ad adattarsi alla legislazione emergente sulla due diligence nell’UE e altrove, mentre l’ondata di obbligatorietà continua a guadagnare slancio. Per sostenere un ambiente favorevole al rispetto dei diritti umani da parte delle imprese, il Global Compact delle Nazioni Unite lancerà un programma di accelerazione per le imprese e i diritti umani nel 2023, con inizio del periodo di reclutamento a settembre 2022. L’acceleratore si concentrerà sull’aiutare le imprese ad adottare misure volontarie per il rispetto dei diritti umani attraverso l’attuazione di un processo di due diligence sui diritti umani e fungerà da complemento al crescente slancio verso una legislazione obbligatoria in materia di due diligence.

Leggi il documento originale su: Statement from Sanda Ojiambo on the European Commission’s Proposal for a Corporate Sustainability Due Diligence Directive