Guidehouse: sfide e strategie per la decarbonizzazione delle multinazionali

Guidehouse, uno dei principali fornitori globali di servizi di consulenza al settore pubblico e commerciale, ha rilasciato oggi un nuovo rapporto che illustra in dettaglio il ruolo critico che le multinazionali devono svolgere mentre il mondo si muove verso un futuro senza carbonio.

Mentre la chiamata a decarbonizzare è chiara, le grandi aziende spesso affrontano una rete di sfide che si sovrappongono quando iniziano. Il rapporto, Navigating the Decarbonization Journey, esplora queste sfide e offre strategie di successo per le aziende che cercano di trasformare le loro operazioni nel modo più rapido e redditizio possibile.

Secondo il rapporto di Guidehouse, queste barriere includono la mancanza di competenze tecniche, le sfide nel passaggio a modelli di business circolari, set di dati disparati, complicazioni nella catena di approvvigionamento, alti requisiti di capitale e un bisogno urgente di allinearsi con i principi di business in evoluzione, tra cui l’agilità, la circolarità, la connessione, la trasparenza, l’efficienza operativa, la resilienza e l’equità sociale.

Nonostante le sfide, la necessità di mitigazione e adattamento delle emissioni globali è diventata sempre più concreta. Secondo il rapporto, nel 2019, le 215 aziende più grandi del mondo hanno riportato 1 trilione di dollari di rischio legato al clima negli anni a venire. Disastri naturali da record nel 2020, tra cui incendi storici, inondazioni in Cina e più uragani del Nord Atlantico che mai, hanno contribuito a 210 miliardi di dollari di perdite in tutto il mondo. Inoltre, una sentenza del tribunale olandese del 2021 che impone alla Royal Dutch Shell di ridurre le emissioni del 45% entro il 2030 ha confermato che i rischi legati al clima possono assumere anche forme legali.

Leggi il documento originale su: Large Corporations Facing Increasing Complexities to Decarbonization