I criteri di sostenibilità si fanno strada tra i fornitori

Negli ultimi anni è cresciuto l’interesse delle aziende verso i dati della sostenibilità forniti dai fornitori per indirizzare il loro engagement.

Quest’anno CDP, un’organizzazione di divulgazione ambientale, ha registrato un balzo del 24% nel numero di aziende che chiedono ai propri fornitori di riportare i dati ambientali.

Anche le banche sono sempre più attratte dalle strategie ambientali, sociali e di governance delle imprese. Dallo scoppio della pandemia, HSBC Holdings, una delle più grandi banche di finanza commerciale del mondo, ha visto un progresso nel numero di clienti che si mettono in contatto per discutere soluzioni di finanza sostenibile, nonché altri modi in cui la banca può contribuire a migliorare le loro catene di approvvigionamento.

Il finanziamento della catena di approvvigionamento sostenibile implica in genere l’integrazione dei criteri ESG nelle condizioni di finanziamento. In sostanza, i fornitori sono ricompensati se si comportano bene rispetto a determinati obiettivi ESG, come ad esempio attraverso tassi migliori o l’accesso al programma di finanziamento a condizioni migliori.

Il mercato è ancora in fase di sviluppo, ma si stanno compiendo grandi passi avanti. 

Per leggere l’articolo completo:

www.spglobal.com