I produttori di gas puntano a standard ESG per ridurre le emissioni

Un maggior numero di produttori statunitensi di gas di scisto stanno lavorando con fornitori di dati ambientali, sociali e di governance per dimostrare elevati standard ambientali e sociali per la produzione, al contempo, alcuni gruppi ambientalisti e di investitori credono che tali certificazioni possano diventare uno standard industriale.

Project Canary Inc. fornisce dispositivi a energia solare per il monitoraggio continuo delle emissioni di metano e dei livelli di composti organici volatili che possono essere installati lungo la catena del valore del petrolio e del gas per rilevare in tempo reale le emissioni fuggitive di metano. I perforatori degli Appalachi come EQT Corp., Range Resources Corp. e Chesapeake Energy Corp., così come gli esportatori di GNL tra cui NextDecade Corp. hanno recentemente collaborato con la startup in mezzo alla crescente pressione per decarbonizzare le loro operazioni.

Andrew Logan, direttore senior per il petrolio e il gas presso la rete di investitori senza scopo di lucro Ceres, ha detto che ha risposto alle richieste di diversi investitori su quello che Project Canary chiama gas di provenienza responsabile. Tuttavia, è anche in concorrenza diretta con il gas naturale rinnovabile che è raffinato da fonti di rifiuti di metano come fattorie e discariche invece di combustibili fossili.

Per Andrew Baxter, direttore della strategia energetica dell’Environmental Defense Fund, il problema principale è che le certificazioni come quella di Project Canary non possono essere verificate in modo indipendente.Egli ha dichiarato: “È quasi come un’autocertificazione. Usare una singola tecnologia come un sensore fisso a terra spesso non cattura il quadro completo. Non si acquisiscono tutti i dati necessari per comprendere appieno il profilo delle emissioni di quel particolare bene”.

Leggi il documento originale su: S&P podcast: Gas producers target data-driven ESG standards to cut emissions