Il potenziale delle rinnovabili nel creare posti di lavoro

IRENA identifica nelle rinnovabili il futuro dell’energia. I dati forniti evidenziano l’incredibile potenziale del settore per quanto riguarda la creazione di posti di lavoro. Le tecnologie energetiche rinnovabili infatti possono stimolare uno sviluppo sociale ed economico ampio e sostenibile.

Nel 2019, le rinnovabili davano lavoro a 11,5 milioni di persone in tutto il mondo (11 milioni nel 2018), di cui circa il 40% solo in Cina. Spicca il solare fotovoltaico con 3,8 milioni di occupati, pari al 33% della forza lavoro rinnovabile globale. Nel biocarburante i posti sono cresciuti fino a 2,5 milioni, spinti dalla maggiore produzione in Brasile, Colombia e Sud-est asiatico. Nell’eolico, poi, l’onshore continua a dominare il mercato.

Alcune delle limitazioni all’espansione del settore potrebbero essere rappresentate, per esempio, dalla grande scarsità di personale esperto. Infatti, essendo questo un mercato nuovo ed in espansione vi è una forte necessità di formazione.

Secondo le stime IRENA, investendo circa 1 milione di dollari nell’energia rinnovabile si creerebbero circa 3 volte i posti di lavori del settore dei combustibili fossili. E intensificando gli investimenti nella transizione energetica si potranno creare fino a 30 milioni di posti di lavoro nelle rinnovabili entro il 2030.

Per approfondire: www.irena.org