Iniziativa Science Based Targets: progetti per l’azione per il clima nel 2022

L’economia globale deve dimezzare le emissioni entro il 2030, ora mancano solo otto anni. Il nuovo anno ci ricorda che non c’è tempo da perdere. Nel 2022, dobbiamo tutti decidere di costruire rapidamente sullo slancio acquisito negli anni precedenti e affrontare le nostre sfide con determinazione. L’iniziativa Science Based Targets (SBTi), ha un piano d’azione dettagliato per il 2022 che continuerà a guidare la crescita esponenziale di obiettivi solidi basati sulla scienza. Il nostro obiettivo è quello di aumentare l’adozione di obiettivi basati sulla scienza da parte delle aziende e delle istituzioni finanziarie nei settori chiave e nelle aree geografiche; e, cosa importante, ritenere queste organizzazioni responsabili della realizzazione dei loro obiettivi.

Come parte del loro piano per far crescere esponenzialmente il numero di aziende che intraprendono azioni climatiche coraggiose verso un futuro di 1,5°C, il SBTi sta sviluppando una serie di linee guida e risorse specifiche per settore.

Innanzitutto per quanto riguarda la consultazione su foreste, terreni e agricoltura (FLAG): il 18 gennaio, inizia una consultazione pubblica per le parti interessate a fornire un feedback sulla nostra bozza di guida settoriale FLAG e sullo strumento di definizione degli obiettivi. Queste risorse daranno alle aziende dei settori alimentare, agricolo e forestale metodi, strumenti e linee guida solidi per fissare obiettivi basati sulla scienza che includano le emissioni e le rimozioni legate alla terra. La guida, compresi i criteri di convalida degli obiettivi, i metodi di definizione degli obiettivi specifici del settore e uno strumento di definizione degli obiettivi, sarà lanciata a marzo.

In secondo luogo, linee guida per il settore aeronautico e marittimo: a febbraio, l’SBTi lancerà metodi, strumenti e linee guida di definizione degli obiettivi basati sulla scienza per le compagnie aeree e di navigazione. Queste risorse permettono alle aziende di rispondere alle crescenti pressioni normative, degli investitori e dei consumatori e di agire per creare resilienza futura nella trasformazione verso un’economia a zero.

Inoltre, le istituzioni finanziarie: con un ruolo cruciale nella trasformazione globale a zero, l’anno scorso ha visto la convalida dei primi nove obiettivi scientifici da parte delle istituzioni finanziarie con il loro nuovo quadro. Continueranno a sviluppare le loro risorse per il settore finanziario, con il lancio del nostro Net-Zero Foundation Paper for FIs previsto per marzo. Questo documento è il primo passo nello sviluppo di uno standard Net-Zero per le istituzioni finanziarie che abbiamo intenzione di lanciare prima della COP27. Inizieranno a convalidare gli obiettivi utilizzando lo standard all’inizio del 2023. L’SBTi sta anche lavorando per espandere il quadro di definizione degli obiettivi per le istituzioni finanziarie per includere ulteriori classi di attività e attività. I nuovi metodi di definizione degli obiettivi e le linee guida per la sottoscrizione di titoli e il debito sovrano sono previsti per il secondo trimestre dell’anno solare.

In aggiunta, una guida per il settore del cemento: il settore del cemento gioca un ruolo vitale nella trasformazione verso un’economia a impatto zero. Questo è il motivo per cui la SBTi sta sviluppando un percorso specifico per il settore e un metodo di definizione degli obiettivi per questa industria per portare l’azione sul clima al livello successivo. A metà marzo, apriremo un periodo di consultazione pubblica di un mese per i principali stakeholder e gli esperti del settore del cemento per fornire un feedback sulla guida SBTi per il cemento e sullo strumento di definizione degli obiettivi.

Vi sono poi delle linee guida per il settore dell’acciaio: una guida specifica per il settore è fondamentale per aiutare i produttori primari e secondari a capire e fissare obiettivi basati sulla scienza all’interno del contesto unico del settore e contribuire a galvanizzare la trasformazione verso un’economia a zero. Nel corso di quest’anno, intraprenderemo un processo di consultazione pubblica per gli esperti del settore siderurgico per fornire un contributo e garantire che i criteri, la guida e gli strumenti di definizione degli obiettivi siano solidi, chiari e pratici. Questo darà alle aziende siderurgiche chiarezza e fiducia nel fatto che i loro piani di decarbonizzazione siano allineati con la scienza del clima.

Concludendo, vi sono progetti per il settore degli edifici e per il settore chimico. Le emissioni operative e incorporate degli edifici rappresentano già più di un terzo delle attuali emissioni globali di CO2, e questo è destinato ad aumentare. Ecco perché, nel primo trimestre dell’anno solare, stiamo lanciando il progetto del settore edilizio per sviluppare risorse per guidare l’adozione di obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra a breve e lungo termine per questo settore. Nel settore chimico, all’inizio del 2022, l’SBTi lancerà la prossima fase del loro lavoro per sviluppare linee guida e strumenti per l’industria chimica e vari sottosettori.

Leggi il documento originale su: SBTi Climate Action in 2022