IRENA: analisi del mercato delle energie rinnovabili in Africa

Un sistema energetico incentrato sulle energie rinnovabili può aiutare a risolvere molte delle sfide sociali, economiche, sanitarie e ambientali dell’Africa. Una profonda transizione energetica non solo è fattibile, ma è essenziale per un futuro sicuro dal punto di vista climatico in cui le prerogative dello sviluppo sostenibile siano soddisfatte. Le energie rinnovabili sono la chiave per superare la povertà energetica, fornire i servizi energetici necessari senza danneggiare la salute umana o gli ecosistemi, e consentire una trasformazione delle economie a sostegno dello sviluppo e dell’industrializzazione.

L’Africa è straordinariamente diversa, e nessun singolo approccio farà avanzare il suo futuro energetico. Tuttavia, gli sforzi devono essere fatti per costruire sistemi energetici moderni, resilienti e sostenibili in tutto il continente per evitare di intrappolare le economie e le società in sistemi energetici sempre più obsoleti che li appesantiscono con beni incagliati e prospettive economiche limitate. Un nuovo rapporto dell’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA) delinea le opportunità a portata di mano, pur riconoscendo le sfide che l’Africa deve affrontare. Esso delinea un percorso verso un sistema energetico basato sulle energie rinnovabili e mostra che la transizione promette guadagni sostanziali in termini di PIL, occupazione e benessere umano in ogni regione del continente.

Tra i risultati emerge che gran parte dell’Africa è stata finora lasciata fuori dalla transizione energetica. Solo il 2% degli investimenti globali nelle energie rinnovabili negli ultimi due decenni sono stati fatti in Africa, con significative disparità regionali; meno del 3% dei posti di lavoro globali nelle rinnovabili sono in Africa; nell’Africa subsahariana, il tasso di elettrificazione era fermo al 46% nel 2019, con 906 milioni di persone ancora prive di accesso a combustibili e tecnologie pulite per cucinare. Al contempo, è necessario sottolineare che il continente ha un enorme potenziale. Infatti, l’Africa ha un vasto potenziale di risorse nell’energia eolica, solare, idroelettrica e geotermica e i costi in calo stanno portando le energie rinnovabili sempre più alla portata; l’Africa centrale e meridionale ha abbondanti risorse minerarie essenziali per la produzione di batterie elettriche, turbine eoliche e altre tecnologie a bassa emissione di carbonio.

L’ultimo decennio ha visto vari progressi. Innanzitutto, la diffusione dell’energia rinnovabile è cresciuta nell’ultimo decennio, con più di 26 GW di capacità di generazione basata sulle rinnovabili aggiunta. Le maggiori aggiunte sono state fatte nell’energia solare. In secondo luogo, gli investimenti annuali medi nelle energie rinnovabili sono cresciuti di dieci volte, da meno di 0,5 miliardi di dollari nel periodo 2000-2009 a 5 miliardi di dollari nel 2010-2020
Le soluzioni distribuite di energia rinnovabile, compresi i sistemi autonomi e le mini-reti, stanno giocando un ruolo in costante crescita nell’espansione dell’accesso all’elettricità nelle aree fuori rete e nel rafforzamento della fornitura nelle aree già connesse. Infine, nonostante il difficile allontanamento dalle fonti energetiche ad alta intensità di carbonio, la transizione energetica, se accompagnata da un adeguato paniere di politiche, è molto promettente per l’Africa.

La transizione energetica secondo il percorso dello Scenario 1,5°C di IRENA prevede un PIL più alto del 6,4%, posti di lavoro a livello economico più alti del 3,5% e un indice di benessere più alto del 25,4% rispetto a quello realizzato con i piani attuali, in media fino al 2050. I posti di lavoro creati nella transizione delle energie rinnovabili supereranno quelli persi abbandonando l’energia tradizionale. Ogni milione di dollari investito nelle rinnovabili tra il 2020 e il 2050 creerebbe almeno 26 anni di lavoro; per ogni milione investito nell’efficienza energetica si creerebbero almeno 22 anni di lavoro all’anno; per la flessibilità energetica, la cifra è del 18.

Concludendo, affinché questi benefici si concretizzino, sarà necessario un pacchetto completo di politiche che combini il perseguimento degli obiettivi climatici e ambientali; lo sviluppo economico e la creazione di posti di lavoro; l’equità sociale e il benessere della società nel suo complesso
Istituzioni canoniche, cooperazione internazionale (compresa la cooperazione Sud-Sud) e un notevole coordinamento a livello regionale.

Leggi il documento originale su: Renewable Energy Market Analysis: Africa and its regions