Irlanda: pubblicato il progetto di dichiarazione politica sull’energia geotermica

Il ministro dell’ambiente, del clima e delle comunicazioni, Eamon Ryan TD, ha recentemente pubblicato un progetto di dichiarazione politica sull’energia geotermica per un’economia circolare. Il progetto si basa sulla tabella di marcia per l’energia geotermica pubblicata nel novembre 2020.

L’energia geotermica è il calore sotto la superficie della terra solida. Può essere il calore immagazzinato dal sole o il calore del nucleo della terra. In generale, la temperatura della terra (e la quantità di energia geotermica disponibile) aumenta con la profondità, ad un tasso medio stimato di 21°C per chilometro in Irlanda. I progressi nella tecnologia hanno portato allo sviluppo di risorse geotermiche per il riscaldamento e/o la produzione di elettricità in luoghi lontani dalle regioni vulcaniche dove il calore è facilmente accessibile (per esempio Islanda; Italia; Nuova Zelanda) a dove il flusso di calore non è particolarmente elevato (per esempio Francia; Paesi Bassi; Belgio; Regno Unito; Germania). L’energia geotermica non è solo rinnovabile, è anche sicura e affidabile. Può essere usata per riscaldare e raffreddare gli edifici e per generare elettricità. I progressi della tecnologia, comprovati nell’ultimo decennio, significano che l’energia geotermica può ora giocare un ruolo significativo nella nostra transizione verso un’economia circolare e a zero emissioni di carbonio.

La pubblicazione del suddetto progetto supporta la prima strategia di economia circolare del governo lanciata all’inizio di questo mese e aumenterà la consapevolezza dell’eccitante potenziale di questa energia rinnovabile. È un passo importante per affrontare le barriere allo sviluppo dell’energia geotermica in Irlanda. La dichiarazione politica finale delineerà il quadro normativo e evidenzierà anche la necessità di un impegno significativo con il pubblico e di un ulteriore lavoro nella raccolta di dati sulle risorse geotermiche dell’Irlanda. Saranno inoltre necessarie ulteriori ricerche per una migliore comprensione dell’economia dei progetti di energia geotermica. Insieme, questi elementi ci aiuteranno a realizzare il potenziale di energia geotermica dell’Irlanda.

Il ministro Ryan ha dichiarato: “L’impegno con il pubblico, i gruppi della comunità, l’industria e il mondo accademico è criticamente importante per sviluppare il nostro potenziale geotermico. Vorrei incoraggiare tutte le parti interessate ad impegnarsi in questa consultazione pubblica. È un passo importante per affrontare le barriere allo sviluppo dell’energia geotermica in Irlanda”.

Il potenziale geotermico dell’Irlanda non è ancora pienamente compreso. Questo perché non sappiamo ancora abbastanza del sottosuolo profondo; sono necessarie ulteriori ricerche. Tuttavia, le risorse di energia geotermica irlandesi potrebbero essere utilizzate per una varietà di scopi. Il modo migliore per catturare e usare l’energia geotermica dipenderà dall’ambiente geologico locale e dall’uso finale dell’energia. I diversi tipi di tecnologie geotermiche che potrebbero essere impiegate in Irlanda avranno caratteristiche diverse alle quali il quadro normativo delineato nel progetto di dichiarazione politica risponderà in modo proporzionato. Ulteriori risorse informative saranno rese disponibili in modo che queste tecnologie possano essere ampiamente comprese.

Il Sustainable Energy Authority of Ireland’s (SEAI’s) National Heat Study ha scoperto che il 38% di tutto il consumo di energia in Irlanda è usato per il calore. Il petrolio, il gas e i combustibili solidi sono ancora i mezzi principali per la generazione di calore. In termini energetici, questo equivale a 55.230 GWh di energia all’anno. Le emissioni del settore del calore sono state responsabili di 12,6 milioni di tonnellate di carbonio equivalente (MT CO2) nel 2019. Nuove analisi e approfondimenti sul teleriscaldamento e l’energia geotermica dal lavoro del SEAI sul suo Heat Study suggeriscono che fino al 54% della domanda di riscaldamento domestico, commerciale e del settore pubblico in Irlanda potrebbe essere soddisfatta dal teleriscaldamento e che l’energia geotermica sarà un’importante fonte di calore.

Concludendo, per raggiungere gli obiettivi di azione climatica a medio e lungo termine (2030 e 2050) e nel quadro della politica nazionale sull’azione climatica, possono essere fissati obiettivi per l’energia geotermica. Questo richiederà un ulteriore lavoro, al di là del quadro normativo per le licenze di cui al Draft Policy Statement, basato su migliori dati geotermici e una migliore comprensione dell’economia dei progetti di energia geotermica. Col tempo, l’ambizione è che l’energia geotermica sia considerata anche nel quadro della politica nazionale e delle strategie sulle energie rinnovabili, la sicurezza energetica e la povertà energetica.

Leggi il documento originale su: Minister Ryan publishes Draft Policy Statement on Geothermal Energy