Italia: novità su ecobonus automotive

È stato rifinanziato con 350 milioni di euro stanziati dalla legge di conversione del decreto Supporti bis il fondo automotive per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di CO2.

La principale innovazione riguarda la dotazione di 40 milioni di euro per le autovetture usate, la benzina o il gasolio. Per poter usufruire di questo incentivo sarà necessario demolire un’auto immatricolata prima di gennaio 2011, o che abbia raggiunto i dieci anni nel momento in cui si richiede l’ecobonus.

Dal 2 agosto sarà possibile prenotare sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it gli incentivi per l’acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni fino a 135 g/km di CO2, con e senza rottamazione, mentre dal 5 agosto potranno essere richieste le agevolazioni per i veicoli commerciali e speciali. Dal 2 al 10 agosto sarà, invece, possibile prenotare gli incentivi per l’acquisto di veicoli nuovi a basse emissioni fino a 135 g/km di CO2. Dal 5 agosto possono essere richiesti gli impianti per veicoli commerciali e speciali. C’è la possibilità di acquistare con leasing finanziario, già dal 25 luglio 2021, anche questo tipo di veicoli. Viene riconosciuto un contributo fino a 2.000 euro, calcolato sulla base dell’intervallo di emissioni.

Leggi il documento originale su: Ecobonus automotive: rifinanziato fondo con 350 milioni