La Commissione europea avvia una consultazione per promuovere la riparazione e il riutilizzo di beni

La Commissione europea ha pubblicato nei giorni scorsi un’iniziativa finalizzata a promuovere la riparazione e il riutilizzo per un consumo sostenibile dei beni con una proposta di modifica della direttiva sulla vendita di beni ed una eventuale nuova proposta separata sul diritto alla riparazione.

L’obiettivo principale è incoraggiare i consumatori ad utilizzare i beni di consumo per un periodo di tempo più lungo, riparando i beni difettosi e acquistando più beni di seconda mano e rigenerati.

Questo genererà delle sinergie con altre iniziative quali quelle relative ai prodotti sostenibili, all’elettronica circolare e alla responsabilizzazione dei consumatori nella transizione verde, nonché con i regolamenti di esecuzione della progettazione ecocompatibile specifica per prodotto.

Ad oggi, infatti, i consumatori non sfruttano i beni per l’intero ciclo di vita potenziale, diventando rifiuti prima del tempo. Una problematica legata a questo, è l’oggettiva difficoltà nel riparare i prodotti, con costi di riparazione superiore a beni nuovi.

La consultazione che la Commissione ha lanciato l’11 gennaio resterà aperta fino al prossimo 5 Aprile, per raccogliere riscontri sull’esistenza e sulla portata del problema dell’insufficiente durata di uso dei beni, nonché sulle possibili opzioni strategiche e sul loro probabile impatto.
L’Istituzione prenderà i dovuti provvedimenti tenendo conto di quanto raccolto con la consultazione nel terzo trimestre del 2022.

Leggi il documento originale su: Consumo sostenibile di beni – promuovere la riparazione e il riutilizzo