La struttura delle vacanze scolastiche in Israele e il suo impatto sul mercato del lavoro

Un sondaggio condotto dalla Banca d’Israele tra i genitori di bambini in età prescolare e di scuola inferiore mostra la possibilità che la struttura delle vacanze scolastiche in Israele abbia un impatto negativo sulla produttività del lavoro nell’economia.  Circa la metà degli intervistati ha dichiarato che le vacanze hanno un impatto negativo sul loro lavoro, più del 15% ha riferito che loro o i loro coniugi hanno portato i loro figli con sé al lavoro e il 5-11% ha riferito che loro o i loro coniugi si sono presi del tempo libero dal lavoro senza prendere giorni di vacanza.

Circa la metà degli intervistati ha sostenuto l’idea di una maggiore sincronizzazione tra le vacanze scolastiche e le giornate lavorative comuni nell’economia, cancellando la scuola il venerdì e rendendo regolari i giorni di vacanza esistenti nel sistema scolastico.  Il 15% degli intervistati si è opposto all’idea.

L’implementazione di un programma di sincronizzazione può avere un effetto positivo sulla produttività del lavoro.  Il 31% degli intervistati ritiene che avrà un effetto benefico su di loro sul lavoro, e solo l’8% crede che avrà un effetto dannoso su di loro.

Per approfondire: Bank of Israel – Press Releases – Reforms to increase labor productivity over time – The school vacation structure in Israel and its ramifications on the labor market (boi.org.il)