Le operazioni del WFP nel nord Etiopia si sono fermate: niente cibo, carburante e finanziamenti

Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) ha recentemente avvertito che le sue operazioni di assistenza alimentare salvavita nell’Etiopia settentrionale stanno per arrestarsi a causa degli intensi combattimenti che hanno bloccato il passaggio di carburante e cibo.

L’escalation del conflitto nell’Etiopia settentrionale significa che nessun convoglio del WFP ha raggiunto Mekelle da metà dicembre. Le scorte di cibo fortificato dal punto di vista nutrizionale per il trattamento di bambini e donne malnutriti sono ormai esaurite, e gli ultimi cereali, legumi e olio del WFP saranno distribuiti la prossima settimana.

“Ora dobbiamo scegliere chi soffre la fame per evitare che un altro muoia di fame”, ha detto Michael Dunford, direttore regionale del WFP per l’Africa orientale. “Abbiamo bisogno di garanzie immediate da tutte le parti in conflitto per corridoi umanitari sicuri e protetti, attraverso tutte le rotte, attraverso il nord dell’Etiopia. I rifornimenti umanitari non stanno semplicemente fluendo al ritmo e alla scala necessari. La mancanza di cibo e carburante significa che siamo stati in grado di raggiungere solo il 20% delle persone che avremmo dovuto in quest’ultima distribuzione nel Tigray. Siamo sull’orlo di un disastro umanitario”.

A più di un anno dal conflitto nel nord dell’Etiopia, si stima che 9,4 milioni di persone abbiano bisogno di assistenza alimentare umanitaria. Questo è un aumento di 2,7 milioni rispetto a soli quattro mesi fa, il numero più alto finora. Allo stesso tempo, a causa dei combattimenti, le distribuzioni di cibo sono al minimo storico.

Il WFP prevede di raggiungere 2,1 milioni di persone con assistenza alimentare nel Tigray, 650.000 nell’Amhara e 534.000 nella regione di Afar. Il WFP avverte anche che probabilmente finirà le scorte di cibo e nutrizione per milioni di persone in tutta l’Etiopia dal mese prossimo a causa di una mancanza di fondi senza precedenti. Il WFP chiede altri 337 milioni di dollari per fornire la sua risposta di assistenza alimentare di emergenza nell’Etiopia settentrionale e 170 milioni di dollari per raggiungere le persone colpite dalla grave siccità nella regione somala nei prossimi sei mesi.

Leggi il documento originale su: No food, no fuel, no funding: WFP’s northern Ethiopia operations grinding to a halt