CDP: le PMI si uniscono alla corsa allo zero netto attraverso un piano di divulgazione del clima dedicato

Il CDP ha recentemente lanciato un nuovo quadro di divulgazione del clima, in collaborazione con il SME Climate Hub e creato in collaborazione con l’Exponential Roadmap Initiative e Normative, per consentire alle piccole e medie imprese (PMI) di prendere impegni strategici e d’impatto sul clima, tracciare e riferire i progressi rispetto a tali impegni, e dimostrare la leadership climatica.

La transizione verso lo zero netto è in corso. Le PMI hanno bisogno di intraprendere azioni per il clima per costruire la resilienza del business, ottenere un vantaggio competitivo, stare al passo con le richieste della catena di fornitura e la regolamentazione delle politiche, e soddisfare le aspettative dei consumatori. Mentre molte aziende stanno dimostrando un’ambizione trasformativa sull’azione per il clima, molti dei progressi fatti sono stati guidati da grandi società globali ad alte emissioni. Il supporto e la guida per la rendicontazione della sostenibilità spesso non ha soddisfatto le esigenze delle PMI, alle quali viene sempre più richiesto di assumere impegni per il clima e di riferire sui progressi compiuti dai loro stakeholder e dai finanziatori. Inoltre, le PMI sono una forza innovativa significativa per le soluzioni climatiche, che permette ai loro clienti di evitare o ridurre le emissioni. La divulgazione rende possibile attrarre investimenti ed espandere il business.

Con le emissioni della catena di approvvigionamento che sono 11,4 volte più alte delle emissioni operative, molte grandi aziende vogliono che i loro fornitori, spesso PMI, misurino, segnalino e riducano le proprie emissioni, facendo scendere l’azione climatica a cascata lungo la catena di approvvigionamento. Questo ha un ampio impatto economico e sociale, dato che le PMI giocano un ruolo importante nella maggior parte delle economie mondiali; globalmente, rappresentano circa il 90% delle imprese e più del 50% dell’occupazione mondiale. Le PMI sono i principali motori della creazione di valore, rappresentando tra il 50% e il 70% del valore aggiunto nelle economie OCSE e contribuendo, in media, al 33% del PIL nelle economie emergenti.

È quindi cruciale che le PMI siano dotate degli strumenti e delle risorse necessarie per fissare impegni allineati a un futuro di 1,5°C e divulgare le prestazioni ambientali. Il nuovo, aperto SME Climate Disclosure Framework è costruito sulla base della vasta esperienza di CDP nel lavorare con le aziende, comprese più di 1.800 PMI che divulgano informazioni in più di 50 paesi, ed è destinato ad essere semplice, flessibile, facile da capire e accessibile a tutti. Il quadro migliora la capacità delle PMI di riferire i loro impatti sul clima e le loro strategie a più stakeholder e fornirà una base per implementare strumenti di reporting semplificati sul SME Climate Hub.

Sonya Bhonsle, responsabile globale di CDP per le catene del valore e direttore regionale delle imprese, ha commentato: “Le PMI giocano un ruolo fondamentale nelle economie di tutto il mondo; senza di loro, non possiamo limitare l’aumento della temperatura globale a 1,5°C. Siamo lieti di aver lanciato un quadro di riferimento in collaborazione con lo SME Climate Hub che si rivolge specificamente alle esigenze di reporting della sostenibilità delle PMI. Ci auguriamo che il quadro consenta alle PMI di intraprendere azioni per il clima e, a sua volta, aumenti la loro resilienza al cambiamento climatico e permetta loro di svolgere un ruolo attivo nella transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio”.

María Mendiluce, CEO di We Mean Business Coalition, un partner co-fondatore del SME Climate Hub, ha detto: “Oltre 3.000 aziende hanno aderito al SME Climate Hub, impegnandosi a dimezzare le emissioni di carbonio entro il 2030 e a raggiungere le emissioni nette zero entro il 2050 o prima. Con strumenti scalabili e accessibili come il quadro di reporting del CDP, queste aziende possono passare dall’impegno all’azione, e tracciare efficacemente i progressi per soddisfare la nostra ambizione collettiva”.

Concludendo, il quadro fornisce gli indicatori e le metriche chiave di reporting relativi al clima che le PMI dovrebbero riportare e incoraggia la definizione di obiettivi basati sulla scienza. Il suo design modulare fornisce flessibilità alle PMI e ai richiedenti di dati per adattare l’uso del quadro alle loro esigenze di divulgazione. CDP ha cercato il feedback delle PMI e degli stakeholder delle PMI su una bozza all’inizio di quest’anno, che è stata poi utilizzata per modellare il quadro finale. Alcune delle modifiche apportate a seguito di quella consultazione includevano un’ulteriore razionalizzazione per rappresentare il reporting minimo, una guida specifica per le micro e piccole PMI, e definizioni per la terminologia più complessa.

Leggi il documento originale su: SMEs equipped to join race to net-zero with dedicated climate disclosure framework