Le strategie di investimento per la transizione green

La transizione verso un’economia più rispettosa dell’ambiente è un tema in cui gli investitori continuano a credere anche nell’attuale fase di volatilità dei mercati. A differenza dei fondi specializzati sui trend tecnologici, quelli sul cosiddetto “mondo fisico” hanno avuto flussi di raccolta positivi dall’inizio dell’anno (circa 8,24 miliardi di euro a fine maggio, secondo le stime Morningstar).

Nel 2021, la transizione energetica è diventato il secondo tema più popolare in Europa e la gestione delle risorse naturali è stato il quarto. L’innovazione tecnologica si è piazzata al secondo posto, mentre al primo troviamo i fondi e gli ETF (Exchange traded fund) che sposano più megatrend. Sotto il grande cappello del mondo fisico rientrano diversi tipi di strategie, accomunate dall’obiettivo di supportare il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio. Vediamo in dettaglio quali sono.

Questi fondi investono in aziende che si prevede possano beneficiare della transizione verso fonti energetiche rinnovabili, come il solare, l’eolico o l’idrogeno. Ne sono esempi le imprese che costruiscono impianti o forniscono materiali per le energie pulite, ma anche quelle specializzate in sistemi per catturare il carbonio.

Queste strategie investono in aziende che operano nel settore della gestione delle risorse naturali, come ad esempio l’acqua, le foreste o i metalli delle terre rare. Sono incluse anche le attività di riciclo dei rifiuti e l’economia circolare.

Questi fondi sono focalizzati sulla produzione e distribuzione alimentare. Ne sono esempi agritech che utilizza tecnologie di ultima generazione nel settore agricolo o il foodtech (tecnologie applicate al business del cibo).

Queste strategie investono nel settore del trasporto delle merci a livello globale, inclusa la costruzione di navi e aerei o i fornitori di logistica e gli spedizionieri.

Esistono fondi che investono in più di un tema del mondo fisico e altri che sono specializzati in trend di nicchia.

Leggi il documento originale su: Le strategie di investimento per la transizione green