L’Institutional Investors Group on Climate Change richiede l’esclusione del gas dalla tassonomia dell’UE

L’Institutional Investors Group on Climate Change (IIGCC) ha pubblicato una lettera aperta ai rappresentanti degli Stati membri dell’UE e ai parlamentari europei, chiedendo che il gas sia escluso dalla tassonomia dell’UE.

L’IIGCC è il principale organismo europeo che consente alla comunità degli investitori europei di guidare un progresso significativo e reale entro il 2030 verso un futuro netto zero e resiliente. Gli oltre 370 membri dell’IIGCC, che rappresentano 50 trilioni di euro di AUM, sono in grado di catalizzare un cambiamento reale attraverso le loro decisioni di allocazione del capitale, la gestione e l’impegno con le aziende e il mercato in generale, così come attraverso la loro difesa politica.

Stephanie Pfeifer, CEO, IIGCC, ha detto: “Come pietra angolare dell’agenda della finanza sostenibile dell’UE, l’inclusione del gas minerebbe la credibilità della tassonomia così come l’impegno dell’UE per la neutralità climatica entro il 2050. Mentre c’è un posto per il gas come ponte a breve termine come parte di un periodo di transizione, non può essere onestamente classificato come verde. Per gli investitori istituzionali, l’inclusione del gas limiterà la loro capacità di allineare i loro portafogli e investimenti con la rete zero. In un momento in cui abbiamo bisogno di chiarezza, l’inclusione del gas crea un precedente inutile e confonde le acque per gli investitori che cercano di fare la cosa giusta. L’inclusione del gas rischia anche di incanalare livelli materiali di capitale verso iniziative che minano un futuro sostenibile e a impatto zero. Esortiamo i politici a votare di conseguenza”.

Will Martindale, Group Head of Sustainability, Cardano, ha concluso: “Molti investitori, sia proprietari che gestori patrimoniali, stanno cercando di tracciare un percorso che supporti un futuro di 1,5°C. L’inclusione del gas nella tassonomia rischia di minare questa ambizione e crea un inutile mal di testa per coloro che cercano di allineare i loro portafogli e investimenti con la rete zero. Questo è un pezzo di legislazione che stabilisce il tono per la comunità degli investimenti a livello globale. Le ramificazioni di questo non devono essere dimenticate quando i politici prendono la loro decisione finale”.

Leggi il documento originale su: IIGCC publishes open letter calling for gas to be excluded from the EU Taxonomy