L’opposizione degli investitori alla strategia di transizione energetica di Shell cresce in occasione dell’interruzione dell’AGM

Gli attivisti per il clima hanno interrotto l’assemblea generale annuale di Shell a Londra il 24 maggio. Il sostegno degli azionisti alla strategia di transizione energetica di Shell PLC è sceso a quasi l’80% all’assemblea generale annuale della major britannica del petrolio il 24 maggio, poiché la quota di voti contrari al piano è quasi raddoppiata rispetto a 2021.

La strategia, che delinea il percorso di Shell per ridurre le emissioni e raggiungere lo zero netto entro il 2050, ha ricevuto l’88,74% di sostegno lo scorso anno, quando è apparsa per la prima volta al ballottaggio come voto consultivo. Da allora, la Shell ha perso una storica causa giudiziaria nei Paesi Bassi costringendola a ridurre le emissioni in modo più netto. Anche una mozione rivale degli azionisti dell’investitore attivista olandese volta ad accelerare i tagli alle emissioni di Shell in linea con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, ha ricevuto una quota minore di voti nel 2022, con il 20% degli azionisti a sostegno rispetto al 30% l’anno scorso.

L’incontro a Londra è stato ritardato di oltre due ore e mezza dopo che più di 80 attivisti per il clima hanno interrotto l’inizio dei lavori. Gli attivisti hanno cantato sui tentativi del presidente della Shell Sir Andrew Mackenzie di iniziare l’evento, prima di incollarsi alle sedie e infine essere rimossi dalla polizia.

Mackenzie ha accolto con favore i diritti degli azionisti e del pubblico di esprimere i propri messaggi e perseguire le proprie convinzioni, affermando che è per questo che Shell ha messo ai voti la sua strategia di transizione energetica per il secondo anno consecutivo. “Il principale disaccordo non è se l’accordo di Parigi debba essere raggiunto, o anche quando, è solo il modo in cui il mondo lo raggiunge”, ha affermato Mackenzie nelle sue osservazioni conclusive. “I risultati delle votazioni di oggi sulla nostra risoluzione sulla transizione energetica indicano che sembriamo essere sulla strada giusta”.

Leggi il documento originale su: Investor opposition to Shell energy transition strategy grows at disrupted AGM