Malawi: dalla Norvegia 1,5 mln per sostenere la fornitura di pasti scolastici prodotti localmente

Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) accoglie con favore un contributo di 1,5 mln di dollari da parte del governo della Norvegia per sostenere la fornitura di pasti scolastici prodotti localmente per 50.000 studenti della scuola primaria in Malawi. Questo fa parte di un più ampio contributo di 50 milioni di corone norvegesi (circa 5,5 milioni di dollari) per programmi di pasti scolastici prodotti localmente in tre paesi, Etiopia, Malawi e Niger.

Tramite il modello di alimentazione scolastica “home-grown”, i prodotti alimentari per i pasti scolastici saranno forniti da 1.000 piccoli agricoltori, in particolare donne, che beneficeranno anche dello sviluppo delle capacità di produzione, gestione post-raccolta e commercializzazione. Il contributo sosterrà e migliorerà l’accesso all’istruzione fornendo pasti scolastici nutrienti e diversificati. Altri guadagni attesi da questo finanziamento includono il miglioramento dell’iscrizione, della frequenza e del mantenimento a scuola.

“Ci congratuliamo con il governo norvegese per il suo forte impegno nel modello di alimentazione scolastica casalinga che non solo fornirà agli studenti un pasto giornaliero, ma rafforzerà anche l’economia locale e la più ampia catena del valore alimentare”, ha detto Paul Turnbull, direttore nazionale del WFP e rappresentante in Malawi.

Nel modello di alimentazione scolastica casalinga, il WFP collabora con le scuole attraverso i consigli distrettuali per l’acquisto di cibo a livello locale. Le scuole partecipanti firmano contratti con gli agricoltori per procurarsi alimenti locali e diversi. Questo nuovo contributo rafforzerà i guadagni ottenuti con il sostegno umanitario della Norvegia al Malawi dal 2014 e contribuirà allo sviluppo di un modello sostenibile per un programma nazionale di alimentazione scolastica.

“Un pasto scolastico giornaliero nutriente è un forte incentivo per iscrivere e mantenere i bambini a scuola”, ha detto Ørnulf Strøm, incaricato d’affari presso l’ambasciata norvegese a Lilongwe. “Siamo molto lieti di continuare a sostenere il programma di alimentazione scolastica in Malawi in collaborazione con il WFP e il governo del Malawi. I fondi integreranno il sostegno norvegese ai pasti scolastici fatti in casa nell’ambito del Programma congiunto per l’istruzione delle ragazze”.

Gli interventi promuoveranno anche la resilienza a livello familiare e comunitario, oltre a contribuire al miglioramento della nutrizione, dell’istruzione e dello sviluppo economico delle comunità. Contribuiranno anche all’empowerment delle donne e all’uguaglianza di genere, promuovendo l’accesso all’istruzione per le ragazze e assicurando che le contadine partecipino alle attività economiche. L’alimentazione in loco a scuola è ripresa nell’ottobre di quest’anno dopo la sospensione come parte delle misure di contenimento del Covid-19 del governo del Malawi. Durante la sospensione dell’alimentazione scolastica, il WFP ha continuato a fornire pasti scolastici sotto forma di razioni da portare a casa. L’intervento di alimentazione scolastica del WFP in Malawi raggiunge circa 600.000 bambini in sette distretti.

Leggi il documento originale su: Norway supports improved learning and nutrition in Malawi through home-grown school feeding