ONU: strumenti per ridurre i rischi derivanti dal trasporto di merci pericolose su strada

Circa 100 persone sarebbero morte a causa di un’esplosione a seguito di uno scontro tra un’autocisterna e un camion in un trafficato quartiere commerciale di Freetown, in Sierra Leone. L’UNECE è solidale con la popolazione della Sierra Leone ed è pronta a sostenere tutti i paesi ad attuare gli strumenti delle Nazioni Unite collaudati per prevenire il verificarsi di tali incidenti e ridurre la gravità delle loro conseguenze.

L’Accordo relativo al trasporto internazionale di merci pericolose su strada (ADR) è uno strumento delle Nazioni Unite collaudato che da oltre 50 anni contribuisce a garantire la sicurezza del trasporto di sostanze pericolose. Gli incidenti che coinvolgono i veicoli ADR che trasportano merci pericolose spesso hanno come risultato una fuoriuscita nulla o minima, nessun o pochi feriti e persino in molti casi nessun danno significativo al carico, alle persone o all’ambiente. Al contrario, gli incidenti che coinvolgono veicoli non conformi ai requisiti ADR hanno spesso conseguenze catastrofiche.

Troppi incidenti che coinvolgono il trasporto di merci pericolose si verificano ancora nei paesi di tutto il mondo. Incidenti recenti tra le decine registrati ogni mese includono le esplosioni del 2019 di un’autocisterna rovesciata a Niamey, in Niger, che ha ucciso 58 persone, e l’esplosione di una cisterna a Yangchen, in Cina, responsabile di 68 morti, o l’esplosione dell’autocisterna di carburante del 2017 in Pakistan che ha causato oltre 200 morti.

L’ADR è uno degli otto strumenti giuridici chiave delle Nazioni Unite per la sicurezza stradale. È stato aperto all’adesione di tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite dalla sua entrata in vigore nel 1968. Nel 2019, l’aggettivo “europeo” nel titolo dell’accordo è stato rimosso, per facilitare l’adozione da parte dei parlamenti e degli organi legislativi di tutto il mondo. L’ADR è già utilizzato in oltre 50 paesi del mondo. Tuttavia, in Africa, solo Marocco, Tunisia e Nigeria sono parti contraenti dell’ADR. Le risoluzioni dell’Assemblea generale dell’ONU nel corso degli anni hanno costantemente incoraggiato gli Stati membri dell’ONU ad aderire a tutti gli strumenti giuridici dell’ONU in materia di sicurezza stradale e, dopo l’adesione, ad attuare e applicare le loro disposizioni o normative di sicurezza.

L’ADR offre uno strumento pratico fondamentale che copre la classificazione, l’imballaggio e l’etichettatura delle merci pericolose e la costruzione e l’equipaggiamento dei veicoli che le trasportano, comprese le disposizioni dettagliate per la formazione del personale coinvolto nelle operazioni di trasporto di merci pericolose, ad esempio i conducenti, l’equipaggio dei veicoli e i consulenti per la sicurezza. L’ADR aiuta a garantire il trasporto sicuro, all’interno dei paesi e attraverso le frontiere, di una vasta gamma di prodotti pericolosi tra cui prodotti petroliferi, gas, prodotti chimici, agrochimici e fertilizzanti.

Leggi il documento originale su: Deadly tanker blast in Sierra Leone recalls need to improve safety: UN instruments reduce risks