Spagna: il settore del packaging diventa sempre più sostenibile

Il settore degli imballaggi, in Spagna, conta 3.180 imprese, soprattutto tra le piccole e medie imprese. Danno lavoro a 113.000 persone, e più precisamente ad una quota pari al 5,16% dell’occupazione nel settore industriale.

I sottosettori interessano i produttori di imballaggi in plastica e materiali da imballaggio (737), carta e cartone (660), macchine per imballaggio (634), imballaggi in legno (631) e produttori di etichettatura, codifica e apparecchiature di marcatura (317).

A livello geografico, quasi il 30% delle aziende del settore si concentra in Catalogna, mentre il 40% delle società è distribuito tra Comunità Valenciana (18%), Comunità di Madrid (10,31%), Murcia (6,4%) e Andalusia (5,16%).

A livello di fatturato, sono al primo poste le imprese dei materiali da imballaggio, in particolare carta e cartone (9.043 milioni di euro) e plastica (7.502 milioni) seguite dalle macchine per imballaggio (3.942 milioni).

La sostenibilità nel settore sta diventando sempre più importante: è aumentata infatti a causa della competitività e dell’efficienza dei processi di produzione industriale grazie alla digitalizzazione e all’automazione; al progressivo sviluppo di un quadro legislativo a livello europeo, statale e regionale; nonché alla trasformazione del consumatore in un attore consapevole, che chiede maggiore trasparenza e responsabilità dai marchi e dalle aziende.

Ad aprile è entrata in vigore la nuova Legge sui Rifiuti e Suoli Contaminati che, insieme alla futura Legge sugli Imballaggi e sui Rifiuti di Imballaggio, accelereranno l’introduzione di materiali e soluzioni di imballaggio in un’ottica di economia circolare.

Leggi il documento originale su: PACKAGING, MOTORE DI INNOVAZIONE DEL SETTORE INDUSTRIALE