UNECE e UNDP sostengono l’iniziativa ‘Nazione verde’ dell’Uzbekistan per combattere i cambiamenti climatici

Desertificazione, scarsità d’acqua, siccità e riduzione del Mare d’Aral sono alcune delle sfide che l’Uzbekistan deve affrontare a causa dei cambiamenti climatici. Dato il loro ruolo vitale nella regolazione degli ecosistemi, nella protezione della biodiversità e dei paesaggi e nel sostegno ai mezzi di sussistenza, gli alberi e le foreste sono al centro degli sforzi per affrontare queste conseguenze negative del cambiamento climatico e per costruire comunità resilienti.

In quest’ottica, la Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UNECE), il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) in Uzbekistan e il Comitato di Stato per l’ecologia e la protezione dell’ambiente (SCEEP) dell’Uzbekistan stanno unendo le forze per realizzare un progetto sulla “Pianificazione generale e soluzioni finanziarie innovative per sostenere l’attuazione dell’iniziativa Yashil Makon (Nazione verde) della Repubblica dell’Uzbekistan”. Il progetto stabilisce una cooperazione tra i tre partner basata su finanziamenti condivisi, coordinamento e sviluppo di capacità per sostenere l’iniziativa Yashil Makon dell’Uzbekistan sull’imboschimento, le città e i paesaggi verdi e sviluppare finanziamenti validi e innovativi per il suo finanziamento a lungo termine.

Alla cerimonia di firma della dichiarazione di intenti a sostegno del progetto, tenutasi il 22 giugno 2022, il vice segretario esecutivo dell’UNECE Dmitry Mariyasin ha sottolineato l’importanza di questa cooperazione tra più partner per ottenere risultati e un impatto sostenibile e a lungo termine. “Costruendo ecosistemi e foreste resilienti”, ha sottolineato, “stiamo costruendo comunità resilienti in Uzbekistan”.

Tutti e tre i partner hanno riconosciuto che il progetto congiunto è il primo passo verso una cooperazione prolifica a lungo termine per sostenere il governo uzbeko nei suoi sforzi per mitigare il cambiamento climatico attraverso soluzioni basate sulla natura.

Contesto: L’Uzbekistan si trova ad affrontare importanti sfide legate al cambiamento climatico, aggravate da un aumento delle temperature annuali superiore alla media e dallo scioglimento dei ghiacciai montani – una fonte vitale di acqua potabile – a un ritmo più rapido rispetto alla media globale. Sebbene le foreste rappresentino solo il 7,7% del territorio del Paese (molto meno della media mondiale), sono fondamentali per invertire la desertificazione e proteggere la biodiversità e i paesaggi, secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO).

Per combattere l’impatto negativo del cambiamento climatico, nel novembre 2021 il governo dell’Uzbekistan ha presentato un’iniziativa di rimboschimento, denominata Yashil Makon/Green Nation. Questo programma di imboschimento su scala nazionale è stato aggiunto alla Strategia per lo sviluppo del Nuovo Uzbekistan nel periodo 2022-2026 e prevede l’espansione dell’area di copertura forestale del Paese piantando 200 milioni di alberi all’anno.

Leggi il documento originale su: UNECE and UNDP support Uzbekistan’s Yashil Makon/Green Nation initiative to fight against climate change