Verso un futuro sostenibile dopo lo scossone al sistema energetico globale

Secondo un nuovo rapporto di S&P Global Ratings e S&P Global Platts Analytics la pandemia globale avrà conseguenze durature sul settore energetico. Quest’affermazione risulta di facile lettura se si pensa ai tagli dei consumatori per i viaggi per esempio.

La domanda di energia da tutte le fonti sta diminuendo insieme agli indicatori macroeconomici, ma l’energia verde sembra destinata a tutt’altro futuro.

Il petrolio sta registrando un incredibile impatto negativo a causa del COVID-19, motivo per cui le emissioni associate sono crollate. Nonostante ciò, purtroppo, le economie globali rimangono ancora lontane dagli obiettivi dell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici.

I responsabili politici europei stanno comunque mostrando sempre più la loro intenzione di muoversi verso iniziative verdi: veicoli elettrici, energie rinnovabili e idrogeno. Queste sono viste come un ulteriore impulso per raggiungere zero emissioni nette di carbonio entro il 2050.

Infatti, circa un terzo dei 750 miliardi del fondo Next Generation EU della Commissione europea verrà aggiunto alle spese verdi già stanziate nel piano climatico del Green Deal da gennaio scorso.

Per approfondire: www.spglobal.com