Wageningen: in studio la produzione di un nuovo legante 100% biobased per l’asfalto

Un progetto di ricerca triennale di Wageningen Food & Biobased Research, Olanda, e partners, ha come obiettivo lo sviluppo di un nuovo legante al 100% biobased per la produzione di asfalto. Il nuovo legante sarà basato su componenti a base biologica provenienti da flussi secondari dell’industria della carta e della cellulosa e dell’industria agroalimentare.

Wageningen Food & Biobased Research lavora già da anni su alternative sostenibili per i leganti per asfalto esistenti. Ci sono attualmente 25 sezioni di prova nei Paesi Bassi con composizioni variabili in cui il 50% del bitume è stato sostituito da lignina. Finora, una parziale sostituzione del bitume con il legante naturale lignina ha prodotto significativi guadagni in termini di sostenibilità.
“Questi guadagni aumenteranno ulteriormente se saremo in grado di sviluppare un legante per asfalto a base biologica al 100%”, afferma Richard Gosselink, esperto di lignina e coordinatore presso Wageningen Food & Biobased Research. “Miriamo a sostituire tutti i componenti fossili nel nuovo legante, fornendo allo stesso tempo uno stoccaggio di carbonio organico a lungo termine in questo nuovo prodotto di asfalto di alto valore”.

Leggi il documento originale su: 100% biobased binder as a sustainable alternative for bitumen in asphalt