WBCSD: incentivare la decarbonizzazione della catena di approvvigionamento

Per raggiungere la rete Net-Zero, le emissioni della catena di fornitura Scope 3 devono essere affrontate dalle aziende a livello globale. La decarbonizzazione all’interno della catena di fornitura svolge un ruolo cruciale nella realizzazione delle ambizioni di azzeramento delle emissioni e le multinazionali si trovano in una posizione unica per influenzare i comportamenti, le operazioni e gli investimenti dei fornitori attraverso incentivi.

Il gruppo di lavoro sull’incentivazione della decarbonizzazione della catena di fornitura, ospitato dal WBCSD in collaborazione con PwC, considera diverse leve di decarbonizzazione che possono essere applicate alle catene di fornitura. Queste leve vanno da quelle non finanziarie a quelle finanziarie, da quelle basate su sanzioni a quelle basate su premi, e possono essere raggruppate in quattro aree: sfruttare gli acquisti; creare capacità; premiare i progressi e, infine, far rispettare le prestazioni.

In una recente sessione il gruppo di lavoro del WBCSD ha esaminato come sfruttare i criteri di approvvigionamento e inserire il carbonio come criterio decisionale per la selezione dei fornitori. Nella fase di pre-gara, le organizzazioni possono introdurre criteri di selezione fondamentali che valutino i fornitori in base al loro impegno a ridurre le emissioni di carbonio. Possono quindi orientare la selezione dei fornitori verso quelli che hanno un chiaro piano d’azione o emissioni inferiori dimostrabili, rispetto ai concorrenti. Si tratta di un modo efficace dal punto di vista dei costi per incorporare l’incentivo alla decarbonizzazione nella catena di fornitura, in quanto si integra con i processi di approvvigionamento esistenti e può essere formalizzato nel corso della durata di un contratto.

Leggi il documento originale su: Incentivizing supply chain decarbonization using procurement criteria