WeWorld Index 2021: fotografia delle disuguaglianze per donne e bambini in Italia

Il rapporto “Mai più invisibile: Indice 2021′, recentemente presentato da WeWorld, fotografa ogni anno le condizioni di donne, bambine e bambini in Italia. Istruzione, sanità, economia e società sono le quattro prospettive di osservazione individuate per raccogliere dati. L’edizione 2021 tiene conto anche delle conseguenze della pandemia e aggiunge altri due indicatori: casi positivi al Covid-19 e la disponibilità nelle famiglie di un pc e una connessione a Internet.

Il Friuli-Venezia Giulia conquista la posizione di Regione più virtuosa nella classifica 2021, seguito da Trentino-Alto Adige/Südtirol ed Emilia Romagna. Seguono Valle d’Aosta e Lombardia. Altre regioni del Nord e del Centro occupano la parte centrale della classifica, mentre, in coda, le regioni del Sud Italia: Puglia, Calabria, Campania e all’ultimo posto la Sicilia.

Rispetto al report 2020 si registra un peggioramento generale dell’indice, in buona parte dovuto agli effetti del Covid-19. Per quanto riguarda la condizione degli under 18, il divario tra Regioni è particolarmente accentuato per quasi tutti i punti di osservazione; quanto alla condizione femminile, educazione/formazione e piano economico sono le dimensioni che evidenziano il gap più ampio.

Leggi il documento originale su: WeWorld Index 2021: un quadro delle disuguaglianze radicate per donne e under 18