World Economic Forum: come perseguire la decarbonizzazione degli appalti pubblici

Gli appalti pubblici sono responsabili di una parte significativa delle emissioni globali di gas serra (GHG). I governi possono accelerare il loro percorso verso operazioni nette-zero adottando il quadro degli acquisti verdi, un approccio progettato dal World Economic Forum e BCG per la Mission Possible Partnership.

“Raggiungere lo zero netto richiederà la collaborazione tra governi e aziende. È importante che questo rapporto dimostri che la transizione verso gli acquisti verdi pubblici porta benefici a tutte le parti interessate. La transizione verso pratiche di acquisti verdi non dovrebbe essere percepita come un onere di costo per le industrie e il settore pubblico, ma piuttosto come qualcosa che crea una crescita economica sostenibile a lungo termine”, Børge Brende, Presidente del World Economic Forum.

Tra i principali risultati del rapporto emerge che gli appalti pubblici sono responsabili di una parte significativa delle emissioni di gas serra. I governi spendono attualmente 11 trilioni di dollari ogni anno, producendo 7,5 miliardi di tonnellate di emissioni dirette o indirette di gas serra, circa il 15% del totale mondiale. Inoltre, i governi potrebbero avere un’influenza significativa sulle industrie che dipendono fortemente dalla spesa pubblica. La maggior parte delle emissioni associate agli appalti pubblici, fino al 75% del totale, deriva dalle attività di sei industrie: difesa e sicurezza, trasporti, servizi di gestione dei rifiuti, costruzioni, prodotti industriali e servizi di pubblica utilità. La spesa pubblica rappresenta una grande proporzione delle entrate della difesa e della sicurezza, dei servizi di gestione dei rifiuti e delle costruzioni.

In aggiunta, perseguire obiettivi a zero negli appalti pubblici stimolerà l’economia verde. Gli investimenti privati e i nuovi posti di lavoro innescati da appalti pubblici più verdi, in aggregato, aumenteranno il PIL globale di circa 6.000 miliardi di dollari fino al 2050 – una parte significativa del PIL totale dell’economia verde di 70.000 miliardi di dollari. Una parte considerevole delle emissioni di gas serra degli appalti pubblici può essere abbattuta a un costo ragionevole. Circa il 40% di tutte le emissioni relative agli appalti pubblici possono essere abbattute per meno di 15 dollari per tonnellata di emissioni di gas serra, aumentando i costi di approvvigionamento solo dal 3% al 6%. Il premio verde a breve termine dovrebbe diminuire nel tempo, man mano che le nuove tecnologie si diffondono, rendendo la produzione di prodotti a zero emissioni più efficiente.

Concludendo, il quadro degli acquisti verdi può aiutare i governi ad accelerare la decarbonizzazione degli acquisti pubblici. Gli appalti pubblici sono complessi e altamente decentralizzati, rendendo difficile l’elaborazione di strategie coerenti di decarbonizzazione. Il quadro è progettato per aiutare i funzionari degli appalti a raggiungere i loro obiettivi creando trasparenza nelle linee di base e negli obiettivi, ottimizzando per i gas serra, coinvolgendo i fornitori, spingendo l’ecosistema.

Leggi il documento originale su: Green Public Procurement: Catalysing the Net-Zero Economy